martedì, novembre 26

Divento consigliera di bellezza Yves Rocher? + Chiacchiere


Ciao a tutte! :-)
In questi giorni navigavo per la rete e mi sono imbattuta in un annuncio di lavoro di questo tipo:
cercasi collaboratrice di bellezza Yves Rocher.

Subito mi è venuta in mente la bella ragazza che suona alla porta con tanto di catalogo e di sorriso smagliante e cerca di strappare alle clienti (amiche, zie, nonne, amiche di amiche...) uno straccio di ordine.

Subito dopo, ho pensato: ma perchè avere questo pregiudizio e non provarci? Ovvero: lasciamo da parte tutti gli stereotipi legati al lavoro del "rappresentante" e buttiamoci in questa avventura. In fondo, da Yves Rocher, se non si riesce a trovare clienti, l' "azienda" non ti bacchetta, sarebbe a dire che non succede niente se la cosa sembra non funzionare.

Così ho letto su internet varie informazioni a riguardo, sono approdata in un forum in cui una delle consigliere di bellezza YR si offre di seguire a distanza in tutta Italia le giovani come me che desiderano provarci, e ora aspetto che mi invii i due cataloghi di Natale, in attesa che io trovi le mie prime clienti. Per fortuna c'è internet, per cui ognuna di noi/di voi può ricevere da me (in questo caso) il catalogo, pernsarci su, e poi eventualmente fare un primo ordine. Per cui, se anche per curiosità, vorreste sfogliare il catalogo, mandatemi la mail che ve lo invio..sarà a voi e solo a voi decidere se diventare miei clienti! Da blogger ne sarei super felice :-)

Io non ho mai acquistato da YR, che è presente nella città in cui vivo, ma in qualche modo mi ha sempre incuriosito: a qualche livello, mi intriga molto di più di Avon, forse perchè c'è intorno a questa azienda l'idea di prodotti "naturali", e anche perchè sono presenti in tutta Italia dei punti vendita, cosa che rende il tutto più rassicurante. Tuttavia, non conoscendo i prodotti, andrò subito a studiarmeli tutti, in modo da sapere di che cosa sto parlando nell' incontro sia reale che virtuale con le mie clienti. Penso non sia da tutte fare un "lavoro" di studio ed approfondimento del genere, e mi riferisco soprattutto a quelle commesse che trovi in alcuni makeup store, che ancora confondono i parabeni con i siliconi (mi è successo di nuovo 2 settimane fa...senza parole).

Dunque, volevo condividere con voi questa mia decisione e volevo dirvi che, per le questioni che purtroppo sono successe al mio ritorno sul blog dopo più di un mese di assenza, direi che è meglio lasciar correre. Abbiamo sbagliato da tutti i lati: io con la mia impulsività, complice un periodo poco felice per me, voi con la vostra malignità in certe questioni, motivo per cui ho deciso, se pur temporaneamente, di non permettere che "anonimi" commentino: preferisco chiarezza e trasparenza da parte di tutte.
Ribadisco che i "pezzi" incriminati sono stati rimossi dalla lista, per cui se volete acquistare qualcosa potete sempre farlo, basta scrivermi via e-mail.
So che ci sono alcune di voi che non si fideranno, ma so che molte altre non hanno cambiato opinione su di me, e mi viene da dire per fortuna per loro. Non per me, dal momento che io non ci perdo niente, men che meno la faccia. Se ho sbagliato, l'ho fatto ingenuamente e ho rimediato subito. Il resto è tutto superfluo e non può che rattristarmi ogni volta che apro questa pagina.

Vado a studiarmi i cataloghi!
Bisoux

2 commenti:

  1. Anche io avevo provato con Yves Rocher, ma dopo un annetto ho dovuto mollare, se non hai tante clienti che comprano sempre e fai come me, che anche senza obbligo mensile, ordinava sempre lo stesso, spendendo un sacco, non ne vale la pena. I prodotti sono buoni, alcuni veramente bio, ma altri passano per ecobio, ma poi nell'inci non lo so proprio così chiaramente. In bocca al lupo, comunque, perchè se prendi un buon giro è un lavoretto molto carino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito quando hai detto "se non hai tante clienti che comprano sempre e fai come me, che anche senza obbligo mensile, ordinava sempre lo stesso, spendendo un sacco, non ne vale la pena"

      Elimina

Se ti va, dimmi che cosa ne pensi!