sabato, aprile 20

Ho deciso: quando finirò i miei trucchi, userò solo cosmetici fatti in casa, con queste ricette!


E' una scelta che avrei voluto prendere da tempo, ma non ho mai avuto il coraggio, perchè se hai un blog ti costringi a provare di tutto di più, perchè non riesci a frenarti nell' acquistare cose superflue.
Ecco che ieri, mentre contavo i miei stessi doppioni, pensavo che non dovrebbe essere molto appagante utilizzare ogni giorno il burro labbra che ci si è autoprodotti (con ingredienti naturali, tra l'altro..), oppure il fard o la cipria che ci è costata meno di 1 euro e ci durerà per un anno intero. E gli esempi potrebbero continuare all' infinito.
Per ora vi lascio tre ricette molto facili e soprattutto con ingredienti facilmente rintracciabili ed economici. Per scoprire delle ricette favolose per fard, terre e quant' altro usando polveri naturali, vi lascio questo link è un sito credo americano popolare.


Fard in crema luminoso (per vedere il prodotto finito, clicca QUI)

olio di cocco (ma anche olio di mandorle dolci o altri olii)
burro di karité (ma anche cera d'api)
pigmento


Scaldate 1 cucchiaino di burro di karitè su una fonte di calore, mescolatelo ad 1 cucchiaino di olio di cocco o altro oleolito, unite del pigmento e mescolate.
Versate in una jar e lasciate in frigo.
Dura più o meno 12 mesi, e con lo stesso identico procedimento potete creare ombretti in crema e rossetti; oppure usare i blush anche come rossetto.
 

Lucidalabbra

 2 cucchiaini di burro di karitè
1 quadratino di cioccolato fondente (contenente lecitina).

Dopo aver fatto fondere in un vasetto i due ingredienti, facciamo raffreddare il composto.
Il balsamo per labbra così ottenuto, da passare sulle labbra più volte con l’aiuto di un pennellino, le rende nutrite e leggermente colorate per almeno 6 ore.

Cipria

colorante rosso e giallo, in proporzione 3 a 1
(se vogliamo ottenere una cipria nelle tonalità del lilla, useremo 1 parte di rosso e 1 di blu)
 amido di mais

Nel mortaio mettiamo l'amido ed il colorante alimentare: prima i colori più chiari, e poi, a piccole dosi, quelli scuri. L’amido sarà in quantità variabile e proporzionale a quella della cipria che vogliamo ottenere. Amalgamiamo bene gli ingredienti, in modo da ottenere un colore uniforme.
 La cipria puo’essere usata dopo averla lasciata asciugare per una giornata dentro un fazzoletto di carta spesso e resistente.

Bisoux

1 commento:

  1. è quello che vorrei fare anch'io prima o poi, per ora mi limito a struccante occhi, latte detergente tonico e maschere viso/capelli, ma vorrei tanto provarci :)

    RispondiElimina

Se ti va, dimmi che cosa ne pensi!